VISO / Attività chirurgiche

Chirurgia del naso

La rinoplastica, è in grado di migliorare la forma e le dimensioni del naso per raggiungere un maggiore equilibrio tra i tratti del viso.
La morfologia del nostro naso è determinata da caratteristiche ereditarie, ma anche un incidente può avere un impatto negativo sul suo aspetto o causare difficoltà di respirazione. La chirurgia del naso, nota anche come rinosettoplastica, corregge la struttura del naso, può rimodellarlo e metterlo in equilibrio con gli altri elementi del viso, alleviando nel contempo le eventuali difficoltà respiratorie.

ESEMPI PRE E POST OPERATORIO

Prima

Il primo e più importante passo per garantire al vostro naso una forma ideale è fare un consulto con il team del BAC. Questo è il momento ideale per parlare dei vostri desideri e aspettative e fare tutte le domande su questa procedura chirurgica.

Spesso le persone che richiedono una rinoplastica hanno:

  • contorni irregolari a causa di una precedente frattura nasale;
  • un naso sproporzionato per dimensioni;
  • danni visibili o depressioni sul dorso o sulla gobba del naso;
  • una punta allargata, cadente o irregolare o globosa o sproporzionata;
  • narici asimmetriche;
  • problemi respiratori a causa del setto deviato.

 

Il team del BAC riuscirà a creare un maggiore equilibrio nel volto, e migliorare l’aspetto e la funzione del vostro naso rimuovendo o ristrutturando tutti i componenti del naso, la cartilagine e l’osso.

Quando le dimensioni del naso sembrano essere troppo importanti a causa di un mento sfuggente, il team del BAC potrà suggerire una rinoplastica più conservativa in combinazione con un aumento della dimensione del mento. Inoltre, in alcuni casi sarà sufficiente un intervento non chirurgico per il rimodellamento del naso, utilizzando filler in grado di dare una forma migliore ai contorni del naso.

 

La procedura

La chirurgia del naso richiede circa 2 ore di intervento in anestesia generale. Per rimodellare il naso, si pratica una piccola incisione alla base del naso lungo il tessuto che separa le narici, oppure si può optare per un’incisione all’interno del naso.

I tessuti cutanei vengono scollati dalla cartilagine e dall’osso per modificare la struttura del naso. La gobba e la cartilagine vengono rimosse. In alcuni casi, è necessario innestare della cartilagine che si prende dal setto nasale o da un’altra zona del corpo, in genere la conca dell’orecchio, per modellare al meglio il profilo nasale. Per ridurre le dimensioni della narice, si pratica una piccola incisione lungo la piega naturale della narice stessa.

 

Il processo di guarigione

Il periodo di recupero dopo un intervento chirurgico al naso può variare a seconda della procedura, ma in genere è sufficiente una settimana. Durante questa settimana sarà applicato sul naso un piccolo tutore necessario a sostenere la sua nuova struttura. Alla fine di questa prima settimana il gonfiore e i lividi saranno minimi, tanto da passare quasi inosservati. Potranno anche essere prescritti dei farmaci per aiutare a controllare qualsiasi possibile disagio. Durante il recupero piccoli fastidi, gonfiore o congestione sono assolutamente normali.

La maggior parte delle persone è in grado di tornare a una vita attiva entro 7/10 giorni dall’intervento. La nuova forma del naso è evidente già dopo il primo mese.