23 Feb

COME COMBATTERE IL DIGITAL AGING

viso_174677288-p

Passare troppo tempo davanti al Pc, al tablet, o allo smartphone, mette in evidenza rughe, doppio mento e favorisce la perdita di tono della pelle a causa delle radiazioni emesse degli apparecchi elettronici che innescano un processo d’invecchiamento della pelle.

Studi approfonditi hanno inoltre scoperto che le onde elettromagnetiche possono aumentare la temperatura dei tessuti biologici, in particolare quelli ricchi d’acqua come la pelle, determinando sia disidratazione sia il deterioramento  delle proteine del collagene, favorendo così la formazione di rughe e la perdita precoce dell’elasticità.

Cerchiamo di assumere opportune dosi di vitamina A, C e resveratrolo,  di bere almeno 1 litro e mezzo al giorno per reintegrare i liquidi per evitare i danni dovuti alla disidratazione e mangiare almeno cinque porzioni al giorno di frutta e verdura di stagione, possibilmente cruda. Ma se il danno è già evidente, i nuovi protocolli medico-estetici delineano un percorso sinergico che comprende peeling superficiali, per accelerare il ricambio cellulare, seguiti da un ciclo di biorivitalizzazione con acido ialuronico associato ad aminoacidi, vitamine e oligoelementi o massaggi linfodrenanti al viso.