VISO e CORPO / Attività mediche

Capillari

Nel corpo umano si trovano circa 2 miliardi di capillari, che nel loro insieme coprono una lunghezza di circa 80.000 km, avere capillari visibili sulle gambe, capillari fragili o capillari che si rompono facilmente, sono quindi una problematica piuttosto comune specie nella popolazione femminile che non riguarda soltanto una questione estetica.

Spesso coesistono predisposizioni genetiche, deficit nutrizionali (in particolare di vitamina C e P), temporanee alterazioni ormonali (gravidanza, fase premestruale) e scorrette abitudini comportamentali (eccessiva esposizione al sole o inattività fisica, soprappeso o stress).

Inoltre con l’invecchiamento i capillari perdono elasticità, la pelle si assottiglia e dunque diventano più visibili.

 

Il team del BAC ha deciso di utilizzare per il trattamento dei capillari degli arti inferiori il Palomar Lux 1064. Un’apparecchiatura di eccellenza tra gli elettromedicali.

Lux 1064 permette di eliminare i capillari degli arti inferiori utilizzando luce laser con una densità di potenza fino a 700 j/cm2. L’energia viene così assorbita dall’emoglobina e dalle pareti dei vasi sanguigni determinando la loro coagulazione. Tale fenomeno consente la loro scomparsa.

I capillari degli arti inferiori, per la loro maggiore profondità e calibro, richiedono diversi trattamenti, mentre i capillari rosso/bluastri o decisamente rossastri possono anche scomparire con una singola seduta, in quanto più superficiali.

Per la risoluzione dell’inestetismo sono comunque richieste mediamente 3 sedute, a distanza di un mese l’una dall’altra.

Durante il trattamento si avverte un leggero pizzicore transitorio. Un gel freddo posizionato sopra la zona di trattamento previene la sensazione dolorosa. L’intero trattamento è sicuro e non invasivo. La seduta viene comunque tranquillamente tollerata.

 

Questo trattamento non implica nessun cambiamento nell’attività quotidiana. Prima e dopo ogni seduta laser gli esperti del BAC vi consiglieranno di limitare la vostra esposizione al sole o a lampade abbronzanti. Vi verrà inoltre consigliato di indossare calze a compressione graduata nei giorni successivi, e di idratare accuratamente la pelle, così come di evitare bagni caldi ed esercizi troppo impegnativi sulla muscolatura degli arti inferiori. Una leggera pigmentazione marrone può persistere per alcune settimane dopo la seduta, specie quando vengono trattati i vasi di più largo calibro, ma è un effetto collaterale transitorio.